Faq sul sistema fotocatalitico di purificazione dell'aria


Ho visto sistemi di purificazione degli ambienti basati su TIO2 (biossido titanio), sono la stessa cosa?


No, i fotocatalizzatori basti su TIO2 si attivano solo con i RAGGI UV, l’elemento innovativo principale del sistema PAL è invece quello di attivarsi mediante la LUCE VISIBILE, producendo quindi una potente azione purificante dell'aria SIA CON LA LUCE SOLARE che CON QUELLA ARTIFICIALE.
Proprio per questo motivo il suo utilizzo è perfetto se abbinato a lampade LED per l'illuminazione dei locali interni.

Su che tipo di inquinanti è efficacie il fotocatalizzatore?


Il fotocatalizzatore è efficace praticamente su ogni sostanza nociva presente nell’aria, Batteri, Virus, Polvere, Muffe, Allergeni, Fumo di sigarette, ecc...

Il sistema è sicuro per la salute?


Si, il prodotto è assolutamente sicuro per la salute, il trattamento dell’aria avviene per contatto senza alcuna emissione di sostanze nell’ambiente in quanto l’adesione sullo schermo è totale.
Il fotocatalizzatore è classificato a 0 come rischio cancerogeno e durante il processo di ossidazione vengono prodotte solo piccolissime quantità di acqua e anidride carbonica.

Da test eseguiti il fotocatalizzatore risulta:
  • Non tossico (anche se ingerito);
  • Innocuo al contatto (non causa reazioni cutanee);
  • Innocuo per le persone allergiche.

Il prodotto (fotocatalizzatore) non contiene sostanze classificate pericolose per la salute o per l’ambiente ai sensi delle disposizioni di cui alle direttive 67/548/CEE e/o del Regolamento (CE) 1272/2008 (CLP) e successive modifiche ed adeguamenti.


Il fotocatalizzatore elimina anche gli odori?


Si, il fotocatalizzatore è un ottimo sistema per eliminare gli odori, a differenza di un comune deodorante che li elimina incapsulando le sostanze che li causano, il fotocatalizzatore decompone e rimuove le sostanze odorose, a livello molecolare, la sua azione è inoltre continua, fino a quando la lampada a led rimane accesa.

La sostanza fotocatalitica è deperibile?


No, il prodotto non deteriora né si "consuma" durante la sua azione. Potrebbe perdere di efficacia solo nel caso in cui, la superficie sulla quale è applicato dovesse col tempo coprirsi di sporco o polvere, il prodotto funziona infatti per contatto con le sostanze nocive. La sua durata quindi è pari alla vita utile della lampada.

Sono stati effettuati test sull’efficacia del prodotto?


Si, sono stati condotti DIVERSI TEST sull’efficacia del prodotto fotocatalitico nei confronti delle sostanze nocive/inquinanti comunemente più presenti nell’aria (staphylococcus aureus, escherichia coli, methicillin-resistant, enterohemorrhagic escherichia coli, klebsiella pneumoniae, pseudomonas aeruginosa, ecc..), tutti i TEST EFFETTUATI hanno dato risultati eccellenti, in condizioni "ideali" i nanomateriali a base di nanosilici WO3 e Platino sono in grado di eliminare le sostanze dannose nell’ambiente del 90% in circa 6 ore.

La superficie trattata può essere pulita normalmente?


Si, la superficie della lampada può essere pulita con comuni detergenti, la pulizia è inoltre consigliata per mantenere una resa ottimale.
Il prodotto potrebbe essere danneggiato solo nel caso in cui per la pulizia si utilizzassero strumenti abrasivi (es. una spazzola con denti duri), che rischierebbe di “raschiare” via lo stesso dalla superficie.

Dove sono prodotte le lampade?


Tutte le lampade fotocatalitiche sono prodotte in Italia, realizzate sfruttando le competenze ingegneristiche del nostro team qualificato, le lampade sono prodotte con materiali di primissima qualità, come le meccaniche in acciaio o i corpi dissipanti in alluminio. Tutti i componenti vengono verificati, assemblati e testati in sede per avere un maggior controllo e poterne garantire qualità, elevate prestazioni e durevolezza.

Che garanzia hanno i prodotti?


Tutti i prodotti sono garantiti 5 anni su Led e Driver e di 10 anni sulle parti meccaniche, a decorrere dalla data di consegna.

Qual è il rapporto superficie trattata della lampada e volume del locale?


Possiamo indicare come ratio una proporzione di 125 cm2 di superficie trattata equivalente a 1 m3 di area trattata nel locale.
Questa proporzione permette di fare un rapido calcolo area locale/superficie trattata delle lampade.

Ad esempio, usando come esempio una stanza di 5x5x2,80 metri (e quindi con un volume di 70 m3), installiamo 4 lampade con pannelli classici da 600x600 mm: abbiamo dunque 1,44 m2 di superficie trattata.
Utilizzando il ratio sopra descritto, basterebbero 0,88 m2 di superficie trattata per la stanza, mentre ne abbiamo in questo caso 1,44: il sistema di trattamento è dunque efficace.

Basta sostituire le lampade tradizionali esistenti con quelle fotocatalitiche per ottenere la purificazione dell’aria all’interno di un locale?


Si, la semplice sostituzione delle lampade in un locale è sufficiente ad ottenere una purificazione dell’aria in quanto i nano-materiali che compongono il prodotto agiscono sull’aria con la quale vengono a diretto contatto.

Le lampade fotocatalitiche sono quindi un semplice strumento per migliorare la qualità dell’aria di un ambiente.

Cosa capita se in una stanza è installato un condizionatore split per raffreddare/riscaldare l’ambiente?


Molto bene, l’aria ambiente viene messa in circolazione e va a lambire maggiormente le superfici trattate aumentando l’efficacia del sistema.

Il prodotto applicato alla lampada è visibile o altera la resa della lampada stessa?


No, il prodotto consiste in un leggero velo con trasparenza elevatissima applicato a spruzzo sulla superficie della lampada, una volta adeso risulta invisibile e non influisce sulla resa cromatica ne su quella luminosa della lampada stressa.

In una stanza poco esposta alla luce le lampade sono meno efficienti?


Le lampade sono progettate per funzionare correttamente alla loro accensione indipendentemente dalla quantità di luce presente nel locale dove sono installate.

Devo acquistare una lampada con un grado di colore della luce particolare per avere un effetto maggiore?


No, l’efficacia della lampada dipende dalla quantità di luce incidente sulla superficie trattata e non dipende invece dal grado di colore.

Se la stanza è molto calda, ad esempio in estate, l’effetto è alterato?


Assolutamente no, il sistema lavora perfettamente fino a 90 gradi di temperatura ambiente.

Cosa si comporta il sistema se la lampada è spenta?


Semplicemente non essendoci abbastanza luce sulla superficie dello schermo trattato non si attiva il processo di fotocatalisi e quindi il trattamento dell’aria non avviene.

Posso montare le lampade anche nei camper?


Certo che sì, anzi essendo il volume interno limitato l’effetto depurante è molto più veloce rispetto ad una stanza.

NOTA! Questo sito utilizza "cookie" per facilitare la navigazione.
L'utente ne puo' accettare l'utilizzo o modificare le impostazioni del proprio browser.